Gas Radon

I servizi di consulenza in merito al Gas Radon, obbligatori per legge, sono stati trasformati da Cedfor da meri adempimenti, in servizi ad alto valore aggiunto per l’impresa e la sua organizzazione. Attraverso i servizi di consulenza la rete dei professionisti di Cedfor migliora la consapevolezza in azienda e tra i collaboratori.

COSA POSSIAMO FARE PER TE

Rilevamento passivo di Gas Radon in ambienti aperti al pubblico

Il radon è un gas naturale emesso dal sottosuolo, pericoloso per la salute umana se inalato. Uno dei principali fattori di rischio del radon è legato al fatto che accumulandosi all’interno di abitazioni e/o ambienti di lavoro, diventa una delle principali cause di tumore al polmone.

 

La Regione Puglia seguendo l’indirizzo comunitario e nazionale ha deciso di intervenire attraverso  la legge regionale n.30 del 03/11/2016, modificata dalla Legge Regionale n.36 del 09\08\2017 che ha come campi di applicazione la tutela dall’esposizione alle radiazioni da Gas Radon negli edifici destinati all’istruzione, compresi gli asili nido e le scuole materne e negli edifici non destinati all’istruzione e aperti al pubblico, con esclusione dei residenziali.

 

Per gli ambienti destinati ad attività, ai committenti è fatto obbligo misurare il livello di concentrazione di attività del Gas Radon registrato ed a trasmettere gli esiti al Comune di appartenenza e ad Arpa Puglia.

 

Qualora la concentrazione di Gas Radon fosse superiore al limite regionale di 300 Bq/mc, sarà necessario un intervento tecnico per la bonifica degli ambienti.

 

In caso di mancata trasmissione delle misurazioni entro 18 mesi dall’entrata in vigore del  provvedimento normativo o dall’avvio di una nuova attività, e a seguito dell’intimidazione comunale per la mancata trasmissione, sarà disposta la sospensione della certificazione di agibilità e,  conseguentemente, la chiusura dell’edificio.

Rilievo di gas radon nei gas interstiziali del suolo 

La misura diretta e l’ispezione geologica del terreno, attraverso la valutazione della permeabilità intrinseca , permette di identificare l’attribuzione del rischio d’area e dunque se la fuoriuscita di Gas Radon è a scala di cantiere o di piano regolatore.

Tali esami devono essere effettuati, in accordo al Protocollo datato Dicembre 2012, in occasione di edificazione in una nuova abitazione o in caso di ristrutturazione.

 

ll rilievo dei gas interstiziali del suolo prevede l’infissione di una sonda per circa 60 cm nel terreno e l’aspirazione dell’aria dalla sonda tramite la pompa di aspirazione della strumentazione. L’aria prelevata dalla sonda infissa nel suolo,  inviata alla camera ad impiantazione ionica permette di misurare la concentrazione del Gas radon prima di essere liberata in atmosfera. Tale dato identificherà il valore di RP o Radon Potential che determina la classe di rischio.

COME OPERIAMO

I consulenti di Cedfor sono a disposizione per maggiori informazioni sullo stato di adeguamento delle attività aperte al pubblico. Per richiederlo basterà contattare la segreteria al 0831 840607 o cliccare sul seguente link

 

Richiedi maggiori Informazioni

Sito in wordpress con hosting! Ruota dell'Annunziata - Napoli Notizie tecnologia