09 mag 2017

Il lavoratore come risorsa strategica nell’impresa

Negli ultimi anni si è diffusa sempre più la consapevolezza che il valore e soprattutto il successo di un’impresa è determinato da ASSET  INTANGIBILI o capitale umano sociale che permettono ad aziende spesso duplicabili per prodotto di rimanere unicamente inimitabili e fronteggiare la concorrenza sempre più incalzante.

Parliamo quindi di “managment delle risorse umane” una nuova filosofia secondo cui il successo di un’impresa deriva da una gestione più efficace ed efficiente del personale dipendente.

Il termine “risorsa umana” nasce nel 1893 con John R. Commons nel suo libro “La distribuzione della ricchezza” dove per la prima volta il lavoratore dipendente viene identificato come “capitale fisso” parte determinante dell’ingranaggio della grande macchina aziendale.

A partire dagli inizi degli anni Ottanta  si è andata sempre più diffondendo la consapevolezza che egli  non è più solo un costo o solo una risorsa materiale, ma si inizia e guardare al dipendente/lavoratore come una a persona che lavora, con un talento messo a servizio dell’azienda, una risorsa attiva, un patrimonio di competenze e di esperienze.

Massimo Egidi, rettore dell’Università Luiss di Roma ha affermato che “ il lavoratore è un talento che va gestito, ma anche valorizzato e per poterlo fare al meglio sono necessarie apertura mentale e capacità di gestione di una risorsa che non è più solo parte dell’ingranaggio aziendale, ma è persona al centro dell’ingranaggio stesso…..” e che affianca tutte le altre componenti che fanno di un’impresa la nostra impresa affermata nella società.

Il vantaggio competitivo che l’impresa raggiunge consiste quindi nella inimitabilità della persona, nella combinazione di tutti i suoi valori e competenze.

Valori, competenze e abilità che hanno bisogno di essere coltivati.

La formazione è la congiunzione tra azienda e forza lavoro, è lo strumento volto alla crescita personale e professionale dei dipendenti che necessariamente porta allo sviluppo dell’impresa adeguandola al cambiamento e corazzandola ad affrontare una società sempre più competitiva. Lavoratori più preparati producono di più e lavorano con motivazione.

Da ciò la necessità di programmare interventi formativi mirati, di interazione tra competenze personali e professionali e esigenze aziendali che possano trasformarsi in risultati positivi per la persona stessa e obiettivi  strategici innovativi per l’azienda.

La formazione deve essere costante fondamentale del lavoro utile a gestire il cambiamento e garantire un'elevata qualità dei prodotti e servizi.

L’innovazione oggi più che mai, esige questo: sviluppo di nuove figure professionali e riqualificazione di quelle presenti.

E’ necessario quindi seguire un sistema formativo che non sia un insieme di corsi che incidono solo sulle risorse finanziarie dell’impresa ma un sistema fatto di interventi coordinati e finalizzati al raggiungimento della crescita personale e della Mission Aziendale.

Per rispondere a questa esigenza delle imprese del territorio, nasce l'area Persone per l'impresa, che ha l'obiettivo di offrire alle nostre persone, le competenze che servono per eccellere nel proprio ruolo, creando maggior valore sia per l'impresa che per i clienti.

Scorpi la nostra offerta formativa:

https://www.cedfor.it/s13+it+persone-per-impresa.htm

Maria Zingarofalo

Area persone per l'impresa